fbpx
Farina e uova per preparare la pasta fatta in casa - piatti tipici umbri

Quali sono i piatti tipici umbri? Se hai in mente di visitare questa splendida regione, non puoi perderti l’occasione di assaporare i veri piatti della tradizione culinaria umbra. Il cuore verde d’Italia è ricco di paesaggi stupendi, tra piccoli borghi e natura incontaminata. Ma la sua bellezza non finisce qua! La Regione vanta anche una tradizione enogastronomica ricca di sapori e di storia.

Una cucina povera composta da piatti semplici preparati con ingredienti genuini e di qualità. Tradizioni che si sono tramandate nel corso dei secoli, e che tutt’ora riempiono le tavole delle case umbre. Ogni singolo piatto umbro racchiude in sé non solo sapori unici, ma anche antiche usanze e importanti significati. Andare alla scoperta dei piatti tipici dell’Umbria ti permetterà di vivere appieno la quotidianità delle persone che abitano questo territorio.

Preparati a scoprire i 15 migliori piatti tipici dell’Umbria. Dalla famosissima Pasta alla Norcina, alla tradizionale Torta al Testo, dalle gustose Lenticchie di Castelluccio, al tradizionale Torcolo di San Costanzo.
Tra ricchi primi piatti, succulenti secondi e gustosi dolci: una deliziosa immersione nella saporita cucina locale!

Piatto e posate di legno - Piatti tipici Umbri - Blog di SPA Umbria

La scoperta di un piatto nuovo è più preziosa per il genere umano che la scoperta di una nuova stella.

(Anthelme Brillat-Savarin)

Primi piatti tipici umbri
1) Pasta alla Norcina

Penne alla norcina - Primo piatto tipico umbro

La pasta alla Norcina è senza dubbio uno dei primi piatti umbri più famosi ed apprezzati nella regione. È simbolo della splendida città di Norcia e deriva dalla tradizione contadina del posto. Due sono gli ingredienti principali. Il primo le salsicce di maiale prodotte nel territorio nursino dai  norcini, i maestri della lavorazione della carne. Il secondo, nella ricetta originale, è la ricotta fresca di pecora. Spesso viene sostituita dagli umbri con la panna da cucina. Chi ne ha la possibilità, può impreziosire il tutto con una bella spolverata di tartufo nero pregiato. Un piccolo tocco di classe che regala un grande sapore. Si tratta di un piatto semplice, dove la differenza la fanno gli ingredienti che vengono utilizzati: biologici, genuini e rigorosamente del posto.

2) Umbricelli al tartufo nero o alla Spoletina

Umbricelli fatti in casa - Primo piatto tipico umbro
Gli umbricelli sono una pasta fresca tipica umbra preparata solo con acqua, farina e semola di grano duro.Vengono chiamati anche con altri nomi un pò bizzarri: lombrichelli, strangozzi e addirittura strozzapreti. Puoi chiamarli come vuoi, ma attenzione a non chiamarli spaghetti! Sono infatti simili, ma hanno uno spessore più ampio e vengono preparati con tecniche completamente diverse.
Il condimento per eccellenza è il tartufo nero di Norcia. Molto famosi ed apprezzati sono anche gli Umbricelli o Strangozzi alla Spoletina. Si tratta di un piatto povero e semplice, nato tra le vie della splendida Spoleto. Pomodoro, aglio e olio: ingredienti naturali e di umili origini, ma con un grande sapore. 

3) Ciriole alla Ternana

In Umbria bastano pochi chilometri di distanza per sentire utilizzare nomi completamente diversi per indicare stessi prodotti. È davvero dura per un turista non entrare in confusione. Nella città di Terni gli umbricelli cambiano totalmente denominazione diventando ciriole
Le ciriole alla ternana sono espressione della tradizione culinaria della città di Terni. Oggi è cavallo di battaglia di numerose trattorie e ristoranti della città. La tradizione prevede, anche in questo caso, un condimento semplice ma gustoso: aglio, olio, peperoncino e pomodoro.

4) Zuppa di Lenticchie di Castelluccio

Lenticchie di castelluccio - Primo piatto tipico umbria
Uno dei
prodotti umbri più amati è senza dubbio la Lenticchia di castelluccio IGP. Definita anche come Oro dell’Umbria, è la regina indiscussa dello spettacolo naturalistico della fioritura di Castelluccio di Norcia.
L’altopiano che circonda il piccolo borgo è uno dei pochissimi habitat in cui è possibile coltivare questa pregiata specie di lenticchia. Infatti la sua coltivazione è esclusivamente biologica. Oltre ad esser molto buona, è un toccasana per il corpo perché ricca di proprietà nutritive come proteine e ferro. Gusto e salute in un unico piatto!

5) Ferracchiata o Polenta di Rovejia

Un altro piatto tipico della zona di Castelluccio è la ferracchiata o polenta di rovejia, preparata con la farina di rovejia. La rovejia, nonostante il nome un pò strano, non è altro che una tipologia di pisello selvatico che viene coltivato nel territorio dei Monti Sibillini. La polenta, condita unicamente con alici e aglio, ha un sapore delicato e unico. Se capitate nei pressi di Castelluccio o Colfiorito non potete assolutamente lasciarvi scappare l’opportunità di assaggiare un piatto così particolare. Difficilmente lo troverete da altre parti!

Secondi Piatti Tipici Umbri
1) Torta al Testo Umbra

Torta al testo umbra - secondo piatto tipico umbro
La
torta al testo umbra è indubbiamente la regina della tradizione gastronomica del posto.
Viene chiamata anche crescia (nella zona di Gubbio) o ciaccia (nella zona di Città di Castello). Non ha importanza quale nome utilizzerai, l’importante è non confondere la torta al testo né con la focaccia né con la piadina.
Dentro le case di ogni umbro è facile trovare il testo, ovvero il disco in laterizio di tre centimetri che viene utilizzato tradizionalmente per cuocerla.
Nata come sostituto del pane, la torta al testo viene preparata semplicemente con farina e acqua frizzante. Quello che ne deriva è un prodotto genuino e biologico. Generalmente viene tagliata a metà e farcita con salumi saporiti, gustose verdure e formaggi del territorio. La torta al testo è così radicata nella tradizione umbra che basta recarsi in qualsiasi sagra di paese per poterla assaggiare. Consiglio vivamente di provarla. 

2) Torta al Formaggio o Torta di Pasqua

La tradizione umbra vuole che, la mattina di Pasqua, tutta la famiglia si riunisca per mangiare insieme una ricca colazione. Niente cereali o latte, ma piuttosto uova sode, affettato, e l’immancabile torta al formaggio umbra. Si tratta di una torta morbida e molto saporita, che dalla forma può ricordare il panettone natalizio. Ha origini molto antiche e molte sono anche le varianti che è possibile assaggiare lungo tutto il territorio. Non è di certo un piatto leggero, ma una volta l’anno è giusto farsi dei piccoli regali. 

3) Friccò all’eugubina

Se decidete di far visita alla bellissima città di Gubbio, dovete assolutamente provare il friccò all’eugubina. Anche in questo caso parliamo di un piatto che deriva dalla tradizione contadina. Come suggerisce il nome è particolarmente diffuso nella zona di Gubbio.
Si tratta di pollo o misto di carni (come anatra, agnello o tacchino) cotti in una casseruola o tegame di coccio tipico della ridente cittadina. La carne viene insaporita con un condimento ricco, che dona quel sapore deciso e tipico della cucina umbra.
Il tocco finale viene dato dall’aggiunta della crescia, con cui viene generalmente accompagnato. È un piatto fortemente legato alla famiglia, perché spesso cucinato per le festività natalizie e pasquali.

4) Palomba alla Ghiotta (o alla todina)

Non fatevi spaventare da questo strano nome. La palomba è una specie di piccione selvatico con una carne molto saporita. La palomba alla ghiotta è il piatto tuderte per antonomasia. Un riassunto dell’identità e della tradizione storica e culinaria della città di Todi. Questo succulento piatto, classico dei mesi invernali, ha tempi di preparazione molto lunghi e rigidi passaggi da seguire. Ogni anno, a cavallo tra giugno e luglio, si tiene una sagra di paese a lei dedicate. A Cecannibi (frazione di Todi) ha sede un vero e proprio club nazionale in cui è possibile conoscere la storia della caccia al colombaccio.

5) Il Tegamaccio del Trasimeno

Nonostante l’Umbria non ha sbocchi sul mare, durante la tua sosta avrai comunque la possibilità di assaggiare del buon pesce fresco. La tradizione culinaria dei paesi che circondano il Lago Trasimeno è ricca di piatti gustosi a base di pesce di lago. Il più conosciuto e apprezzato è proprio il tegamaccio del Trasimeno
Si tratta di una zuppa di pesce originaria di Castiglione del Lago che prende il nome dal tegame in cui viene cotta. Insieme ad altri ingredienti rigorosamente a chilometro zero, questo piatto è un trionfo di sapori. Decisamente un altro buon motivo per visitare la zona. 

Dolci tipici umbri
1) Torcolo di San Costanzo

Si tratta del dolce perugino per antonomasia. Il Torcolo di San Costanzo è forse il dolce più famoso di tutta l’Umbria. Una fusione tra gastronomia, cultura e spiritualità. Viene cucinato per la festa di San Costanzo, il patrono di Perugia, che si celebra il 29 Gennaio. Si tratta di una morbidissima ciambella impreziosita con pinoli, canditi, uvetta e anice. La particolarità di questo dolce è anche la sua forma, per niente scontata. Sulla cima vengono realizzati cinque tagli obliqui che simboleggiano le cinque porte di accesso dei rioni del capoluogo Perugino. Il Torcolo di San Costanzo si può trovare tutto l’anno in qualsiasi forno del territorio comunale. 

2) Ciaramicola

Ciaramicola - Dolce tipico Umbro del periodo di Pasqua
Non è Pasqua in Umbria senza la Ciaramicola. Si tratta di una soffice ciambella di colore rosa, ricoperta da uno strato di meringhe e confetti colorati. Il suo aspetto decisamente primaverile, oltre ad essere bello da vedere, è carico di significato.
Con la meringa vengono realizzate cinque montagnette. Come per i tagli del torcolo di San Costanzo, queste rappresentano i cinque rioni della città di Perugia. Inoltre il rosso dell’alchermes e il bianco della chiara dell’uovo ricordano lo stemma della città.
Le sue origini sono molto antiche. La leggende narra che, un tempo, veniva dato dalle ragazze prossime al matrimonio ai propri fidanzati. Lo scopo era augurare un’unione lunga e feconda. Nonostante nelle case degli umbri venga fatta esclusivamente nei giorni che precedono la Pasqua, potrai gustare questo dolce tipico tutto l’anno in qualsiasi forno della città.

3) Fave dei morti

Ti stai chiedendo perché una verdura è tra i dolci tipici Umbri? Semplice, non si tratta di una verdura. Le fave dei morti sono dei gustosissimi biscotti di mandorle e pasta frolla che vengono realizzati esclusivamente ad ottobre, per la festa di Ognissanti. Sono uno dei pochissimi dolci della tradizione che troverai solo ed esclusivamente in questo preciso periodo dell’anno. Questo nome deriva dal fatto che, nell’antichità, le fave erano collegato all’aldilà. Secondo la tradizione questa verdura costituisce un mezzo di comunicazione tra i vivi ed i defunti. Se avete scelto ottobre come mese per visitare questa splendida regione, dovete assolutamente provarli.

4) Panpeapato

Scommetto che non hai mai assaggiato un dolce con il pepe nero. A Terni puoi. Il panpepato o pampato è un dolce della tradizione culinaria ternana che viene realizzato nel periodo natalizio. Il pepe è solo uno dei tanti ingredienti di questo ricchissimo dolce: frutta secca, nocciole, noce moscata, cannella, cioccolato, canditi, spezie e miele. Si tratta di un piatto antico e popolare, che non ha una ricetta unica: come tanti dolci della tradizione, molte sono le rivisitazioni e le diverse varianti. Un gustoso concentrato di energia, per cui vale la pena fare uno strappo alla dieta.

5) Rocciata

Rocciata - Dolce tipico umbro (Assisi)
Un dolce ricco, profumato e che
ricorda moltissimo lo Strudel. La Rocciata di Assisi è un altro dolce del periodo autunnale molto noto nel cuore verde d’Italia.
Il nome fa pensare alle rocce, ma non c’entrano nulla. Infatti, al contrario, si tratta di un dolce morbidissimo. Il nome deriva piuttosto dalla sua forma appunto “arrocciata” ovvero tonda. Si tratta di una sfoglia semplice fatta con farina acque e olio ripiena di frutta secca e fresca, cannella e vin santo.
Come per il panpepato, anche per la Rocciata non esiste una ricetta univoca, ma piuttosto ogni famiglia ha la sua variante che si tramanda di generazione in generazione. E, ovviamente, per ogni famiglia la propria variante è in assoluto la migliore.

Relax e Gusto in SPA

Cosa c’è di meglio di una vacanza all’insegna del relax e del buon cibo? Dai uno sguardo alla categoria Food & Relax dove potrai trovare tanti pacchetti ed offerte che uniscono una pausa relax a un’eccitate esperienza gourmet. Ampia scelta tra pranzi, cene e degustazioni per farti immergere completamente nella cultura enogastronomica umbra.

Scopri quali sono le migliori SPA dell’Umbria. Hotel, Relais e Agriturismi di lusso con SPA accuratamente selezionati per garantirti un’esperienza unica nel cuore verde d’Italia.

Farina e uova per preparare la pasta fatta in casa - piatti tipici umbri
Scritto da: Ambra